Home

Racconti di libri

“Finché si avranno passioni non si cesserà di scoprire il mondo”

Cesare Pavese

Blog

Uno, non toccare le lancette. Due, domina la rabbia. Tre, non innamorarti, mai e poi mai…

Sappi che è una sofferenza ridicola rispetto a quella che ti può provocare l’amore. Un giorno o l’altro, tutto il piacere e la gioia che l’amore può suscitare si pagano con la sofferenza. E più si ama intensamente e più dolore sarà moltiplicato. Sperimenterai l’assenza, poi tormento della gelosia, dell’incomprensione, infine la sensazione del rifiuto e dell’ingiustizia. Avrai freddo fino alle ossa e il sangue formerà dei ghiaccioli che sentirai passare sotto la pelle. La meccanica del tuo cuore esploderà. Può darsi che il tuo cuore resista all’intensità del piacere, e sarebbe già molto. Ma non è abbastanza robusto da sopportare le pene d’amore.

Quando il tempo è burrascoso il faro lancia un lamento come quello di una fanciulla che piange

Immaginate un’antica struttura aggrappata ad un scoglio in mare aperto che si protende verso il cielo burrascoso. Immaginate le onde che piano piano, anno dopo anno, tempesta dopo tempesta si abbattono sulla roccia e poi su, fino alle pareti cercando di eroderle goccia dopo goccia. Immaginate il mare che tenta di reclamare a sé l’opera dell’uomo. Immaginate ora di essere voi i guardiani, gli unici abitanti nella vastità dell’oceano, unica luce per i naviganti nell’oscurità. Immaginate le pareti circolari, l’impossibilità di aprire una finestra, il rumore assordante delle onde, il blocco di cemento che vi separa dalla forza del mare. Immaginate acqua, acqua dovunque e fino a dove il vostro sguardo può spingersi. Immaginate la solitudine.

Il Salpetriere apre le porte per il ballo delle pazze

Alienante, fuori dal mondo. Donne scomode, donne agitate, donne distrutte e ricostruite come meglio si può. il mondo di un ospedale psichiatrico di fine Ottocento apre le sue porte. Lasciatevi trascinare nel “Ballo delle pazze”.

Ottieni i nuovi contenuti, spediti direttamente nella tua casella di posta.